È iniziato il "Grex-in": gli italiani pazzi per il mattone estero puntano sulla Grecia

Forse il mercato immobiliare interno non trova ancora la strada della ripresa, ma questo non frena gli investimenti degli italiani all'estero. Nei primi sei mesi dell'anno, infatti, sono state oltre 24mila le abitazioni acquistate dai nostri connazionali oltrefrontiera, e, secondo le stime di Scenari Immobiliari, si arriverà a quota 50mila entro fine anno. Tra le mete preferite c'è la penisola ellenica, dove si assiste ad un vero e proprio Grex -in.

Gli acquisti degli italiani all'estero

Secondo l'analisi di Scenari Immobiliari, nel primo semestre 2015, gli abitanti del Belpaese hanno accquistato oltre 24mila case oltrefrontiera, un aumento del 9, 5 % rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

A spingere la domanda c'è la forte liquidità disponibile e la ricerca di investimenti immobiliari a basso costo e posizionati in zone di mare, possibilmente nel Mar Mediterraneo.Nel 2014, infatti, quattro acquisti su dieci sono stati realizzati tra Spagna, Francia e Grecia. Mentre la situazione politica dei Paesi arabi ha fermato un flusso di investimenti che era in forte crescita verso Egitto e Tunisia.

Il mercato immobiliare ellenico

Nel primo semestre del 2015 sono crollati gli acquisti in Grecia, ma, gli accordi degli ultimi giorni hanno fatto impennare - come già anticipato a idealista news da Paola Gianasso - l'interesse verso la Repubblica Ellenica. Si è infatti innescato un fenomeno che si può definire come "Grex-in", una corsa all'acquisto delle case che i greci in difficoltà mettono in vendita. Escluse le località top, come Santorini, i prezzi nella penisola si sono notevolmente svalutati e si possono quindi realizzare degli acquisti interessanti.

Per la fine dell'anno è previsto un aumento delle compravendite di abitazioni all'estero fino a raggiungere le 50.000 unità. In questo modo, gli italiani diventeranno terzi per l'acquisto all'estero dopo i tedeschi (circa 70.000 alloggi) e gli inglesi (55mila)

Zanechajte Svoj Komentár

Please enter your comment!
Please enter your name here